lunedì 6 maggio 2013

Quanti modi di fare e rifare la Bughàtsa dolce da Salonicco


Ciao a tutti  il 6 aprile scorso, nel salutarci  la cuochina di
quantimodidifareerifare.

ci ha detto
Il 6 maggio partiremo nuovamente per l'estero, 
saremo nella bellissima Grecia e più precisamente a Salonicco
da Marina che ci insegnerà a fare la sua

                                                  °**********************************


E allora eccoci qui, pronte
con  Anna   cedimezzoilmare
con Ornella   ilgiardinodeisaporiedeicolori
e con  tutte le amiche che partecipano ogni mese a questa gioiosa iniziativa nella cucina di Marina.
Drin....Drin..
Siamo arrivate a Salonicco e stiamo suonando il campanello del  illaboratoriodimmskg.
Sììì!! il blog bellissimo di Marina si chiama proprio così e oltre ad essere in due lingue, ricco di ricette bellissime è anche ricco di notizie storiche sui piatti tradizionali o la provenienza dei vari prodotti utilizzati per esempio il pomodoro, come colorare le uova di pasqua con coloranti naturali ecc. ecc. tutto descritto con grande competenza ed entusiasmo.
Brava Marina!
Siamo felici di essere qui e di rifare la  Bughàtsa dolce da Salonicco
Adesso ti raccontiamo come abbiamo rifatto questo dolce squisito tipico della tua terra e servito per la prima colazione.
Come ci hai ben spiegato è composto da pasta sfoglia e ripieno, in questo caso, da crema dolce.   

Ingredienti:
pasta sfoglia già pronta

per la crema
500 ml di latte
125 gr. di semolino
250 gr di ricotta
150 gr di zucchero a velo
1 fiala di fiori d'arancia
cannella in polvere 1 cucchiaino 


Abbiamo fatto scaldare il latte, non a bollore, aggiunto a pioggia il semolino e con una frusta abbiamo lavorato velocemente il tutto per evitare la formazione di grumi.
Il semolino è pronto quando si stacca dalle pareti, servono circa 5 minuti.


In una ciotola a parte abbiamo lavorato la ricotta con lo zucchero, aggiunto il semolino ancora caldo e mescolato con la frusta per ottenere un composto omogeneo e senza grumi. Abbiamo aggiunto la fiala di fior d'arancia e la cannella in polvere, mescolato con cura e lasciato raffreddare.



Abbiamo fatto, con una rotella dentellata, dei quadrati 15x15 di pasta sfoglia e li abbiamo messi in una teglia per mini porzioni


Abbiamo messo al centro un generoso cucchiaino di crema di semolino ed abbiamo chiuso con cura i lati ottenendo dei graziosi quadrotti di bughatsa.




Li abbiamo fatti cuocere in forno a 180° per 15-20 minuti ed abbiamo immaginato di portarli per un pic-nic, in una bella giornata di sole, seduti su un prato fiorito, ma in questo periodo giornate da gita se ne sono viste poche, così...ci siamo accontentate dei piatti fioriti!!

Grazie a Marina per questa ricetta speciale e  il mese prossimo dove andiamo con la nostra cuochina??

nella cucina di Antonella del blog  saporiinconcerto

6 giugno: Canederli verdi

Un bacio a tutti dalle 4 apine

25 commenti:

  1. Kalimera Apine!! Eccoci qui, tutti insieme nella bella ed assolata Grecia ed io sono prontissima ad assaggiare la vostra favolosa Bughàtsa in versione mini porzione! Grazie per averci deliziato con questa golosissima versione e vi aspettiamo il 6 di giugno per preparare insieme i Canederli verdi di Antonella! Un abbraccio la Cuochina

    RispondiElimina
  2. Belline le mini Bougatsa delle bravissime Apine!! Mono porzione... una tira l'altra!!

    RispondiElimina
  3. ma quante versioni per un dolce così delizioso! Anche la vostra mi piace tantissimissimo!!! Farò proprio fatica a scegliere la versione da provare per prima... complimenti e buona settimana:-)

    RispondiElimina
  4. bellissime le monoporzioni :-D

    RispondiElimina
  5. ciao apine...bellissime le vostre mini-porzioni, e con la ricotta, le proverò sicuramente... faccio anch'io una crostata al semolino, è splendida...un abbraccio

    RispondiElimina
  6. ma che carini!! ottimo il ripieno! mi piace!! ciaooooo

    RispondiElimina
  7. Che mini porzioni stupende! Bravissime come sempre care Apine! Dovrò ascoltare il vostro consiglio e comprare anch'io dei piatti fioriti visto che qui la primavera sembra utopia :-) Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. brave!!! da buone apine avete creato delle mini porzioni davvero bellissime e raffinatissime! ma quanto ci è piaciuta questa ricetta vero???

    RispondiElimina
  9. Che bei saccottini mono porzione complimenti ;-)))

    RispondiElimina
  10. Ma che buona !!!! il ripieno è simile alle sflogliatelle napoletane, e se nn sbaglio simile all'originale, xk avevo cercato in rete..
    Belle e buone! Complimenti!!!
    Ciao Dany :-)

    RispondiElimina
  11. Bellissime queste mini bughatsa.... complimentissimi!

    RispondiElimina
  12. Troppo belli i vostri fagottini, care apine, tutti da mangiare! Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Troppo belli i vostri fagottini, care apine, tutti da mangiare! Un abbraccio

    RispondiElimina
  14. care apine io vi adoro: versione strepitosamente poetica e bellissima! che meraviglia che siete!
    Baci
    Sandra

    RispondiElimina
  15. bellissimi complimenti davvero!!! mannaggia non avevo capito che si potesse usare la pasta sfoglia già pronta

    RispondiElimina
  16. Carissime Apine, con il sole della vostra stupenda bughàtsa monoporzione e i piatti fioriti respiriamo la primavera pur nuovamente sotto la pioggia, alla prossima!

    RispondiElimina
  17. Bravissime Apine..come sempre..questi fagottini con l'aggiunta della ricotta sono da provare!!!

    RispondiElimina
  18. Ma che carine queste piccole bughatsine! Anche qui ci sono le bughatsa monoporzioni, non tanto nei appositi negozi, ma piuttosto congelate e pronte per la cottura, siccome sono molto convenienti per presentarle in buffet!
    Bravissime come sempre!
    Un caloroso abbraccio!

    RispondiElimina
  19. ma che meraviglia...e questo ripieno mi ricorda un po' quello delle sfogliatelle napoletane...da tener presente! complimenti!

    RispondiElimina
  20. Care apine e` sempre un piacere svolazzare da voi ...il mio rosarino quest'anno ha un solo fiore sigh!....ma eroico e` sopravvissuto all'inverno in balcone....mi prendo una bughatsina che passo giusto a colazione e scappo a lavoro!
    buona giornata!
    far

    RispondiElimina
  21. Che deliziose romantiche che siete voi Apine, ogni occasione è buona per imbandire la tavola per un festoso spuntino.
    Siete uniche
    Al prossimo incontro carissime
    Un abbraccio quadruplo

    RispondiElimina
  22. Che belli questi fagottini! Complimentissimi! La crema è uno spettacolo! :D

    RispondiElimina
  23. Quella crema deve essere meravigliosa.

    RispondiElimina
  24. Arrivo in ritardissimo! Quattro apine fantasiose oltre che laboriose han fatto meraviglie anche questa volta. Grazie dell'incanto che avete creato con la vostra versione. Un abbraccio e a rileggerci presto ♥

    RispondiElimina
  25. Ciao Apine, scusate l'assenza, ma questa sera mi sono fatto una scorpacciata dei vostri post. Purtroppo io continuo a vedere la nutrizionista e credo che su alcune di esse non sarebbe troppo d'accordo. Pazienza me le gusterò in sogno. Buonanotte.
    PS - Anna ed Ornella le seguo anch'io perché ho sempre voglia di conoscere nuove ricette.

    RispondiElimina